Stefano Bisi

La Fondazione Mps taglia i compensi ma un anno fa li aumentò

La deputazione amministratrice della Fondazione Monte dei Paschi di Siena ha valutato positivamente nei giorni scorsi l’aumento di capitale annunciato da Banca Monte dei Paschi ed avviato l’iter per l’autorizzazione relativa da parte del Ministero dell’Economia. “La Fondazione – sostiene il presidente Mancini – farà quindi la propria parte per sostenere la Banca, per garantirne la non scalabilità e continuare ad assicurare il suo legame con il territorio di riferimento. Tutto questo comporterà dei sacrifici che puntano in due direzioni”. “La Banca – prosegue – dovrà fortemente impegnarsi per tornare a crescere incrementando decisamente i ricavi, acquisendo nuovi clienti e mercati, abbattendo ulteriormente i costi, e remunerare adeguatamente gli azionisti. Nel nuovo piano industriale sono stati individuati obiettivi precisi e ritenuti realistici: devono essere raggiunti. La Fondazione non verrà meno al proprio compito di valorizzare questo territorio, ma dovrà aggiornare i propri programmi. Rivedere le priorità in un nuovo contesto caratterizzato da minori risorse disponibili. Si impone quindi una saggia politica di rigore nell’erogazione delle risorse e nella gestione della Fondazione e della Banca”. “Dovendo chiedere sacrifici agli altri abbiamo il preciso dovere di dare l’esempio noi stessi per primi – specifica il presidente Gabriello Mancini – proporrò pertanto alla deputazione generale di deliberare una significativa riduzione degli emolumenti per gli amministratori e dei premi di rendimento per i dirigenti della Fondazione e analogo comportamento chiederò anche alla banca conferitaria per l’intero Gruppo Mps”. Un anno fa il Corriere di Sienascrisse che la Fondazione Monte dei Paschi aveva deciso di aumentare i compensi degli amministratori seguendo l’Istat.Criticammo quella delibera perchè chi amministra la Fondazione Monte dei Paschi ha un altro lavoro e quindi non era necessario l’aumento del compenso. Venimmo criticati in maniera molto forte e, in alcuni casi, un po’ sgarbata. Ora, un anno dopo, viene decisa la riduzione dei compensi. Ma dodici mesi fa non potevano evitare di aumentarli? Hanno seguito il nostro consiglio?

Autore

avatar

16 Commenti per “La Fondazione Mps taglia i compensi ma un anno fa li aumentò”

  1. avatar

    Se si conferisse allo Stao tutto il patrimonio di tutte le fondazioni, si otterrebero 93 miliardi di euro pari a un anno di interessi dell’intero debito pubblico italiano.

  2. avatar

    Secondo me chi va in Fondazione lo potrebbe fare anche gratis. Hanno tutti un altro stipendio. Per qualche riunione della deputazione al mese, sai che sforzo? Si fanno anche pagare? Altro che riduzione. Devolvere alle erogazioni. Se si vuole fare bella figura, basta poco..

  3. avatar

    Direttore Bisi , se il buon Gabriello ci ha ripensato è segno che Lei aveva visto giusto . Sono portato a pensare che comunque CAMPANO bene uguale anche se si levano qualche spicciolo . A proposito per avere il max della trasparenza non sarebbe male se il Presidente della Fondazione rendesse pubblici gli emolumenti che vengono percepiti da tutti i Deputati , i compensi fissi + gettoni e inoltre quanti incarichi esterni hanno lorSignori e che remunerazione percepiscono .

  4. avatar

    Ricordo male o quesdti signori prendevano un gettone di presenza di circa tremila euro ogni volta che si riunivano?
    Si ridurranno il compenso..di quanto sarà il ..sacrificio?

  5. avatar

    Davvero. Da quanto sarebbe questa riduzione? Si può sapere? Perché non rendono nota la loro dichiarazione dei redditi? Anzi mettiamolo come obbligo per chi va in Fondazione.

  6. avatar

    Leggiamo stamani sul Corriere che la Deputata della Fondazione A. Buscalferri , ieri all’Assemblea della Banca MPS, distribuiva volantini critici verso la Banca e Fondazione . Di lotta e di governo , mai definizione fu più appropriata . E allora sorgono spontanee alcune domande : Come votò circa un anno fa quando i Deputati decisero di aumentarsi la prebenda ? La signora Antonella è al secondo mandato , ma in questi circa 7 anni risulta in qualche verbale della Deputazione Generale che abbia votato contro a qualche decisione imporatnte e si sia distinta ? Perchè la Buscalferri a cui non manca il coraggio politico non rassegna le dimissioni se è tanto critica con la Fondazione ? Signora Deputata Buscalferri forse un pò di coerenza non guasterebbe , visto anche che si candida al Comune in una lista ( Laura Vigni ) che si richiama a certi valori . E’ chiedere troppo ! Al suo buon Cuore .
    Quanto poi al coro di elogi per la proposta Mancini sui tagli , fa piacere che con questo clima primaverile spuntino come funghi coloro che plaudono ,ora TUTTI lo avevano detto che quel + 7% era un errore . Non fù cosi circa un anno fà , ma meglio tardi che mai .
    Bravo Mancini ad invitare anche la Banca MPS a fare tagli pesanti sui Premi e Bonus ,peccato che arriva un tantinellino in ritardo di almeno 2 mesi. Ci avevano già pensato Mussari e Vigni ad applicare una politica di rigore. Ma Gariello non lo aveva avvertito nessuno oppure voleva prendersi i meriti della proposta .

  7. avatar

    Per sfruttare la scia populista i politici che occupano le poltrone della Fondazione si fanno belli chiedendo sacrifici a tutti. Anche a quei dipendenti della banca che con il loro lavoro garantiscono gli utili ed il flusso di soldi che mantiene loro e l’economia della provincia. vi sembra giusto? Io voglio vedere la dichiarazione dei redditi di Gabriello Mancini sul sito della Fondazione. così mi faro’ un’idea più precisa di quanti sacrifici fa davvero il presidente della Fondazione Mps.

  8. avatar

    La signora Buscalferri non si sente partecipe delle scelte fatte dalla Fondazione della cui deputazione fa parte. Evidentemente non ritiene pero’ giusto destituire i compensi percepiti fino ad oggi senza contare, e’ chiaro, un bel niente. Senno’ su che cosa manifesta dissenso, sulle decisioni che ha preso anche lei? Questa forse e’ la più clamorosa che ho visto in campagna elettorale. Meno male questi sono di sinistra. ma non potrebbero campare solo con il loro lavoro, quelli che ce l’hanno, almeno, e non cercare sempre che incarico?

  9. avatar

    Bravi davvero, bella pensata quella di ridurre gli stipendi a chi lavora in un momento come questo. così la rete del Monte dei Paschi farà scintille, porterà di sicuro più utili e dividendi alla Fondazione. povera Siena. In che mani siamo.

  10. avatar

    Mi sembra una trovata populistica e basta. Sarebbe meglio sforzarsi per trovare progetti che rilancino l’economia invece di uscite che non aiutano. Non è che questi hanno la coda di paglia e prima che qualcuno metta in discussione i loro emolumenti vogliono mettere le mani avanti? Poi, scusate, se le retribuzioni non erano adeguate e ora pensano di tagliarsele, quando le hanno stabilite che pensavano? E quella della Fondazione che protesta contro la Fondazione e la Banca dovrebbe essere esclusa da qualsiasi nomina futura. Anche dare quello che ha percepito fino ad oggi in beneficienza. Eh sì. Proprio.

  11. avatar

    Jhonny , bella idea la Buscalferri di lotta e di governo visto che è tanto critica ( ma con se stessa visto che ha votato tutto in Fondazione ) potrebbe fare un bel gesto e dare i suoi emolumenti in beneficenza …. ma anche il Presidentissimo Don Gabriello da Sangimignano che prima aumenta e dopo 12 mesi toglie potrebbe dare il suo emolumento di 1 anno a Suor Ginetta dei Servi per la mensa dei poveri e forse potremmo sfamarceli tanti , No ma che dico TANTISSIMI .

  12. avatar

    Ma se invece riducessimo direttamente i posti nei Cda e nelle Deputazioni non sarebbe meglio? Quanti soldi in più verrebbero risparmiati? Che ci fanno tuttge queste persone?

  13. avatar

    Jhonny , far parte della Deputazione dovrebbe essere un Onore non un Onore per le casse . Non dico a gratis , magari un buon compenso e rimborsi . Gabriello ce lo volete dire quanto prendete ? E di qyuanto vi riducete il compenso ?
    A proposito avete letto questa mattina la lettera della A.E. Buscalferri ! Che pena e dire che si presenta in una lista di Sinistra . Che la Nostra A.E. sia sempre stata un elemento di una sinistra molto di governo e poco di lotta a Siena lo sanno da sempre e magari ora un pò di volantinaggio gli fa anche bene alla . Laura Vigni , persona perbene , se ci sei batti un colpo e facci sapere se condividi gli atteggiamenti e le argomentazioni della Deputata Buscalferri . Laura il rinnovamento non lo fai con questi candidati della sinistrascich .

  14. avatar

    un anno fa non c’erano le elezioni comunali

  15. avatar

    Claudio C. è vero ma un pò di decenza e corenza certi personaggi la dovrebbero avere e trarne le conseguenze mica stare attaccati con l’attak alla poltrona . Laura Vigni ti rinnovo l’invito , batti un colpo fatti sentire su questi temi , ma prima fai chiarezza in casa Tua .

  16. avatar

    Quanto prendono?
    non e’ difficile saperlo, dall’ultimo bilancio risulta che per i compensi agli organi statutari vengono spesi:

    2.205.291 euro

    per organi statutari si intende:
    Presidente della Fondazione
    16 Deputati Generali
    8 Deputati Amministratori
    5 Sindaci
    1 Provveditore

    Tot = 31

    si suppone che presidente e provveditore abbiano stipendi piu’ alti mentre i sindaci piu’ bassi comunque se si fa la media viene circa 70000 euro a cranio.

    tutto nero su bianco sul sito della fondazione:

    http://www.fondazionemps.it/ita/docs/bilancio.pdf

Lascia un commento

Potete usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>