Stefano Bisi

Il Monte dei Paschi, Siena e Saccomanni

Il presidente della Provincia Simone Bezzini e il  sindaco Bruno Valentini sono andati dal ministro dell’Economia Maurizio Saccomanni a invocare l’attenzione del governo per la Fondazione e per la Banca Monte dei Paschi. Vogliono che il ministero segua con attenzione la vendita delle azioni della banca. Chiedono che la questione Mps diventi problema nazionale. Saccomanni era direttore della Banca d’Italia al tempo dell’acquisto di Antonveneta. Fu attento? Gli è stato chiesto?

Parlando in un dibattito Valentini ha detto che “la Fondazione ha pochi mesi di vita”.

Autore

avatar

5 Commenti per “Il Monte dei Paschi, Siena e Saccomanni”

  1. avatar

    Sui controlli della Banca d’Italia c’è molto da ridire

  2. avatar

    è arrivata l’ora di fare qualcosa di buono per la città non basta e non serve piangere dal ministro non credi?

  3. avatar

    che poi la Fondazione abbia pochi mesi di vita è normale i danni fatti non sono riparabili pertanto conviene dismettere la partecipazione nella banca mandare a casa l’attuale cda che a nulla serve e mettere a reddito quei pochi soldi rimasti ..non è difficile..

  4. avatar

    Visco ha giudicato “impervio” il piano presentato, che Almunia già definì “inflated” riguardo i risparmi perseguibili sul solo costo del lavoro… ieri a Roma hanno parlato dei costi eccessivi dei Dirigenti, ma del loro numero eccedente non si parla più?! Sulla professionalità e la meritocrazia taccio.

  5. avatar

    Forse la crisi del monte potrebbe diventare una occasione per Siena, magari non nel breve periodo. Il monopolio culturale che ha soffocato la città forse è finito, o eri dei loro o le porte erano chiuse. C’era libertà, uguaglianza?

Lascia un commento

Potete usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>