Stefano Bisi

Enoteca e Ampugnano per lo sviluppo di Siena

Enoteca italiana e aeroporto di Ampugnano. Due realtà senesi tra stop e rilancio. L’Ente Vini, nato negli anni Trenta, e’ commissariato per sei mesi, e lo storico aeroporto e’ chiuso. Quale sarà il loro futuro? Mentre l’immagine dell’Enoteca e’ cresciuta, per Ampugnano ci sarebbe l’interessamento di un gruppo imprenditoriale fiorentino.

Autore

avatar

3 Commenti per “Enoteca e Ampugnano per lo sviluppo di Siena”

  1. avatar

    Ci mancherebbe altro che perdessimo anche l’Enoteca

  2. avatar

    L’Enoteca ha il commissario: si chiama Stefano Romagnoli

  3. avatar

    Segnalo che anche la Stazione ferroviaria e la risalita se la passano maluccio. Piove, cresce muffa e si scivola nei sottopassi.
    Come mai?
    Eppure i soldi per i lavori alla stazione li abbiamo spesi!
    O ci siamo dimenticati di controllare se i lavori li hanno fatti bene?
    O paga pantalone e nun ce ne pò fregà de meno?
    O ha da passà a nuttata?
    O è passata la festa ed è gabbato lo santo?
    Si può sapere chi cacchio cura i lavori pubblici a Siena?
    Perché piange se gli tolgono il salario accessorio se non fa un cazzo?
    Perché le strade franano non appena le inaugurano nuove di zecca?
    Perché piove nei sottopassi nuovi di zecca e nella risalita nuova di zecca della stazione?
    Perché se arrivi alla stazione di Edimburgo ti si apre il cuore?
    Perché se arrivi alla Stazione di Siena ti senti un terremotato?
    La stazione è o non è la porta di Siena?
    Siamo sicuri che siamo noi che aspiriamo a diventare capitale europea della cultura? O ci aspira invece Edimburgo e Siena ce la siamo sognata?
    Dottor Bisi, per cortesia può fare qualcosa in più per sensibilizzare i cittadini e le istituzioni su sta faccenda?
    Grazie.

    Per vedere lo stato pietoso della stazione basta andare su Google e digitare le seguenti tre parole:
    Siena
    Stazione
    Sottopassi

Lascia un commento

Potete usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>