Stefano Bisi

Il futuro di Novartis

“Novartis è il soggetto industriale più importante presente sul nostro territorio, nei due siti di Siena e Rosia dà lavoro a oltre 2500 persone ed è una delle poche imprese in Italia che continua a fare investimenti significativi nella ricerca e nello sviluppo, con risultati di eccellenza. Ogni passaggio che riguarda il futuro dell’azienda e dei suoi dipendenti sarà seguito dalla Provincia con la massima attenzione”. Lo afferma l’assessore provinciale Tiziano Scarpelli preoccupato per le voci su un possibile ridimensionamento dell’azienda nel Senese. Qualche tempo fa lo stabilimento di Rosia doveva diventare un polo internazionale. Poi…

Autore

avatar

5 Commenti per “Il futuro di Novartis”

  1. avatar

    La massima attenzione non è sufficiente.
    Anche il Sindaco Valentini ha detto questo.
    Occorre invece che l’Amministrzione comunale e provinciale, per quanto uesta rimanga, si facciamo attori nel mantenimento del sito dei vaccini di novartis nel nostro territorio.
    Un’attività diversa è solamente puerile…

  2. avatar

    Da quanto leggo in rete, sembrava che l’azienda andasse molto bene, quindi non è comprensibile il suo ridimensionamento ed è qui che dovrebbero intervenire i nostri amministratori locali; ma questo è invito superfluo. Quello che mi sento di suggerire è che i responsabile dell’importante e prestigiosa azienda considerino anche l’iniziativa “Siena Capitale Europea della Cultura”. Il loro appoggio potrebbe forse essere utile ad entrambi. Poi, ma questo è il mio modo di sentire, spero che non sia per un “maggior” tornaconto economico. Va considerato che si gioca con la vita delle persone e in questo particolare momento la situazione senese, e non solo, è preoccupante.
    Auguri.

  3. avatar

    Ci risono.
    Leggo in altre news che anche l’Amministrazione Provinciale si sta mobilitando e veramente non poteva che essere così. Credo interessi a tanti sapere le motivazioni che spingerebbero la Novartis Vaccines a ridimensionare la presenza degli stabilimenti a Siena e Rosia, per cercare di studiare soluzioni alternative e possibilmente venire in aiuto.
    Da privata cittadina, del tutto incompetente in materia, il mio intervento potrebbe essere solo uno sproloquio, ma lo butto giù lo stesso. Il Sindaco, dr. Valentini, accennava al fatto che l’ospedale dovrebbe essere rifatto, considerati gli altissimi costi di gestione. Il nostro ospedale è considerato di ottimo livello e spesso vengono dati ai suoi operatori riconoscimenti importanti, addirittura di spessore mondiale. Potrebbero le due istituzioni essersi utili a vicenda?

    Siamo una società e la disgrazia di tanti dovrebbe essere la preoccupazione di tutti. Non si può fare di più e che altro dire?

  4. avatar

    Il vice-sindaco ha dato risposta alla segnalazione in oggetto:da tempo stanno seguendo con attenzione la vicenda. Ma, allora, come mai questo comunicato? In ogni modo, è negativo anche il fatto che non ci siano nuove assunzioni nel settore dei vaccini che dovrebbe essere in pieno sviluppo.

    Da quanto ho scritto prima, però, io cercherei di coinvolgere la Novartis nell’iniziativa “Siena Capitale..”. E’ davvero importante che la città abbia nuove,sostanziose risorse economiche.
    Per quanto riguarda l’ospedale nuovo,invece, è ancora tutta una fantasia, almeno credo.

  5. avatar

    Dopo il grido di allarme non si è saputo piu’ niente

Lascia un commento

Potete usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>